Innova Camera

Indagine congiunturale sulle aspettative delle imprese di Roma e provincia - III quadrimestre 2013

Home cciaa
Logo Innova Camera - Azienda Speciale
lunedì 23 ottobre 2017
Ufficio stampa CCIAA
Focus
Dettaglio Sitemap
Homepage » Focus » lettura Focus
Focus
Indagine congiunturale sulle aspettative delle imprese di Roma e provincia - III quadrimestre 2013
14-11-2013
congiunturale

L’indagine congiunturale sulle aspettative delle imprese di Roma e provincia nel terzo quadrimestre 2013 è stato curato da Asset Camera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma, che si è avvalsa per la realizzazione del commento scientifico della Luiss Business School e per la rilevazione dell’istituto di ricerca SWG.

L’indagine congiunturale ha come obiettivo quello di raccogliere e analizzare, con cadenza quadrimestrale, le aspettative sull’andamento delle principali variabili aziendali formulate dalla imprese che operano nel territorio di Roma e provincia.

I risultati che si riferiscono alle aspettative del terzo quadrimestre 2013 sono basati su un campione di 303 imprese.

Il dato principale che emerge dall’indagine è che le aspettative delle imprese di Roma e provincia restano negative.

Continua la debolezza del mercato interno, ma si intravedono alcuni deboli segnali di miglioramento. Sebbene, infatti, la percentuale di imprese romane che prevede un calo del fatturato resti ancora alta (53%), la costante diminuzione di questo dato rispetto al primo e al secondo quadrimestre dell’anno dove le percentuali erano, rispettivamente, al 70% e 60%, ci porta a essere moderatamente ottimisti per i mesi futuri.

Il 20% delle imprese romane prevede una contrazione dei propri addetti a tempo indeterminato e questo riguarda praticamente nella stessa proporzione laureati, diplomati e non diplomati. Solo il 4% del campione prevede un aumento del numero di addetti a tempo indeterminato. E’ pari a quasi il 20% la percentuale di imprese che prevede di ridurre il numero di addetti ed è del 77% la quota di quelle che indicano stazionarietà.

Le aspettative sui nuovi investimenti confermano sostanzialmente un dato già riscontrato nel primo quadrimestre dell’anno.

Il 58% delle imprese dichiara di non pensare a realizzare alcun tipo di nuovo investimento: dato che resta negativo, ma leggermente migliore rispetto al 63% emerso nella rilevazione del quadrimestre precedente.

In merito alla disponibilità di finanziamenti dalle banche il 51,5% si aspetta un andamento peggiore rispetto al quadrimestre precedente, il 34,3% analogo e solo il 6,6% uno migliore. Percentuali quasi uguali a quelle relative al costo del debito con le banche. Per quanto riguarda la riscossione dei crediti il 47,9% si aspetta una situazione simile a quella del quadrimestre precedente mentre il 39,9% una situazione peggiore; solo il 6,9% uno scenario migliore.

La situazione economica generale è considerata peggiore o molto peggiore di quella del precedente quadrimestre “solo” dal 20% delle aziende rispetto al 70% del quadrimestre precedente.

Anche nel terzo quadrimestre del 2013, il recupero di efficienza e la riduzione dei costi generali risulta essere la strategia maggiormente adottata dalle imprese per rispondere alle attuali difficoltà competitive (46,5% del campione). Al secondo posto si trova il miglioramento del “valore” offerto e percepito dal mercato su cui punta il 20,1% delle imprese. Il 12%, come strategia maggiormente adottata, ricorre ad alleanze, mentre il 4% delle imprese dà vita a processi di internazionalizzazione. Il 3% pone l’innovazione al centro del proprio piano strategico, mentre il 5,9% delle imprese punta sul miglioramento della qualità delle risorse umane.

- Inizio della pagina -

Copyright © 2009 Innova Camera / Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma - P.I. e C.F. 10203811004 - Privacy

Il progetto Innova Camera è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it